Il primo telefonino, a che età va dato?

Li vedi passeggiare per strada, con la testa china a digitare compulsivamente sullo schermo di un telefono, in uno stato di intontimento che impedisce loro di guardare il mondo.

Sono in balia dei Social, costruiti per condizionarli, mentre li rendono sempre più soli ed invidiosi.

Conoscono più gli altri che loro stessi.

Ti dici che tua figlia non finirà così. Allora pensi che non mettendole in mano uno smartphone troppo presto tutto questo si potrà evitare.

Difficilmente si potrà evitare. Si potrà rimandare.

Una ricerca di EU Kids Online, dimostra che negli ultimi anni ci sia stato un boom delle connessioni a Internet anche per i bambini sotto gli 8 anni e che la maggioranza dei piccoli tra i 6 e gli 8 anni ha accesso alla rete.

Se consideri che il 27% dei ragazzi è in contatto su internet con persone che non ha mai incontrato offline (quasi 1 su 3), che il 9% è andato nell’ultimo anno a conoscere di persona qualcuno che aveva conosciuto su internet e che il 51% (quasi 1 su 2) è entrato in contatto con contenuti pornografici espliciti, ti si dovrebbe ghiacciare il sangue pensando al futuro.

Ci stiamo dirigendo verso un baratro. E questa è una guerra persa in partenza.

Non darle in mano troppo presto lo smartphone non la salverà. Non lo faranno Parental Control, Black List o App con limitatori selettivi che bloccano connessioni indesiderate e limitano il tempo on-line.

Io so cosa stai pensando ora: pensi che tua figlia sarà diverso.

Che non si farà soggiogare dai Social. Già… lei non finirà in quel 97% di adolescenti che usano lo smartphone ogni giorno per connettersi alla rete.

Hai bisogno anche tu di un messaggio Whatsapp per capire che se non fai qualcosa e passi al contrattacco, anche lei finirà nella rete?

Ma ti serve un arma pesante per difenderti.

Perché se ti devi difendere da un carro armato da 62 tonnellate, lanciato contro di te a tutta velocità, non pensi ad indietreggiare di 100 m e aspettarlo, pensi ad un fucile anticarro.

Hai una solo unica arma di calibro pesante a tua disposizione per fermare Facebook & C.: lo Sport!

Lascia ora che io ti dica perché lo Sport è l’arma di calibro più pesante che tu hai a disposizione:

  1. lo Sport occupa tempo. Dai, non ‘cadiamo dal albero’, uno dei motivi perché tanti vivono con lo smartphone in mano è perché non hanno nulla di meglio da fare. Sono lì “scazzati” come direbbero loro;
  2. lo sport crea dipendenza. Come disse Alex Zanardi (indiscusso Campione nello Sport e nella vita) “Ci si può può drogare di cose buone e una di queste è certamente lo sport.”;
  3. lo sport migliora le relazioni e sviluppa un reale ambiente sociale. Non so se l’hai notato anche tu, ma hanno migliaia di “Amici” sui Social, ma pochissimi numeri di telefono. Dai, siamo sinceri, io e te lo sappiamo: se dovessero aver bisogno di una mano dovrebbero prima spiegare chi sono a quei migliaia di “Amici”, prima di ricevere aiuto.

Bullismo, pornografia, sexting, adescamento, contenuti user-generated inappropriati, hate speech, dipendenza dalla rete… questi sono i tuoi avversari!

Cosa vuoi fare, ora?

Ti metto sul piatto 2 alternative:

  • le dai il telefonino tra qualche anno e speri nella buona sorte (quindi scegli di indietreggiare di 100 metri e aspettare che arrivi il carro-armato);
  • le dai il telefonino tra qualche anno e la iscrivi ad uno Sport (quindi scegli di indietreggiare, MA ti armi con il fucile più potente che ci sia per fermare il carro-armato);

A questo punto ti starai chiedendoQual è il migliore Sport di tutti per una bambina dell’età di mia figlia?

La risposta è davvero semplice: quello che le piace fare. Quello che l’appassiona. Quello che le fa brillare gli occhi quando ne parla. Quello che quando la minacci di toglierlo come “castigo” la fa sudare freddo. Quello che riesce a tenerla lontano dall’uso irragionevole della Rete.

Se non sai da dove iniziare, allora c’è il pattinaggio a rotelle di A.s.d. Accademia.

E per fare il passo nella giusta direzione tra te e questo nuovo mondo c’è solo un clic qui >> Prenota subito la tua 1a Prova (Gratis) << o una veloce telefona al 3737343313.

Non vinceremo. Ma combatteremo senza indietreggiare di un solo passo.

Hold Hard!

[Alberto Patrucchi, International Sport Trainer, Scrittore & Divulgatore in ambito sportivo, Atleta da sempre]

Per contatti: albertopatrucchi@accademianovara.org