fbpx

Una lettera per Acca ~ 8° episodio

Immaginate una festa continua. Risa, schiamazzi, canti e balle perenni per le vie di un piccolo villaggio in mezzo alla campagna.

Il profumo dell’erba fresca e il soffio leggero del vento. Nessuno è mai triste. Chi vuole cantare, canta. Chi vuol mangiare, mangia. Chi vuol dormire, dorme.

Chi vuol vivere, vive. Semplicemente.

Se siete riusciti ad immaginarvi un posto simile, allora vi do il benvenuto nel villaggio delle cicale.

Il sole è alto nel cielo azzurro, l’aria è frizzante e allegra.

C’è un gran tumulto per le stradine ciottolose.

Cicale di ogni età che cantano e saltellano allegre come non mai. Si stanno dirigendo tutte nella stessa direzion: il palazzetto Pannocchia.

Non stanno più nella pelle.

Cri-cri-cri…

Acca si guarda intorno sorridente.

Per tutte le rotelle, è un posto fantastico per viverci!” “Sentite che musica!” esclama la piccola ape.

Hanna e Wilma si lanciano un’occhiata “Non dire sciocchezze. Come puoi pensare di vivere in mezzo ad un simile caos?” domanda Wilma pensierosa.

Io proprio le non riesco a capire le cicale. Tutto il giorno a saltellare e a cantare come se non ci fosse nulla di più importante nella loro vita. E’ assurdo! Ma come fanno a non essersi ancora estinte?

Non le ho mai viste lavorare per prepararsi all’inverno. Mai!” continua la formica.

Cicale e formiche non vanno molto d’accordo, vero Wilma?‘” chiede Hanna sorridendo.

Wilma ~ La formica

La formica scuotendo la testa incalza “Non è questione di andare d’accordo o meno, è semplice buonsenso. Nella vita c’è il piacere e il dovere. Credo che non sappiano nemmeno cosa voglia dire la parola dovere!

Proprio in quel momento un gruppo di cicale canterine sfreccia accanto alle tre amiche a bordo di un rumorossissimo carrettino di legno, sollevando un gran polverone che le inghiotte.

Wilma prende a tossire “Visto?? Come detto! Vi sembra il modo di comportarsi‘”

Wow! Quello cos’era? Mai visto nulla di simile, ne voglio uno anche io!!” grida Acca divertita, inseguendo con lo sgurado puntato all’orizzonte il rumoroso carrettino.

Sai Acca?” Ti ci vedrei come cicala!” dice Hanna scherzando.

Wilma scuote la testa.

Mi piace essere un’ape. E’ divertente! Anche se.. ora mi rendo veramente conto che le api non sanno per nulla godersi la vita, rispetto alle cicale! Che pacchia deve essere!” esclama Acca sempre più sorridente con gli occhioni che le brillano.

Acca ~ L’ape

Sei davvero incorreggibile. Coraggio andiamo al palazzetto, o ci prenderemo l’incontro di quella gran simpaticona di Georgiana.” Dice Hanna continuando a ridere.

E così parlottando le tre amiche arrivano al palazzetto ‘Pannocchia‘, che è una delle strutture più insolite che esistano. E’, come penso sia facile immaginare, interamente costruito dentro ad una grossa pannocchia gialla gigante, caduta a terra chissà quanti anni fa.

Le cicale, avevano già in mente da parecchio tempo di costruire un palazzetto tutto loro, ma non riuscivano proprio a trovare il tempo per iniziare i lavoro.

Così, aproffittando di quella pannocchia gigante caduta sulla loro testa dal cielo. La scavarono ben bene, portarono al suo interno panche e sedie, levigarono la pista. Ed ecco qua!

Che nome dargli? Beh, ovvio è costruito dentro una pannocchia… e che serve sforzarsit troppo a pensare?

Anche le cicale, adesso, avevano il loro palazzetto. E riuscirono a costruirlo senza neppeno perderci molto tempo.

Si sa, le cicale sono insetti pieni di impegni… Le canzoni, non si cantano da sole, e gli scherzi devono essere ben progettati prima di essere fatti.

Così come le barzellette e le filastrocche.

Arrivate all’interno del palazzetto Acca domanda alle sue amiche “Sapete già chi sarà l’avversario di Georgiana?

Grignola, la cavalletta.” risponde Hanna

Quello li è il suo allenatore, guarda! E’ quello che sta parlando con Thea. Si chiama Tobos.

Acca e Wilma si voltano verso il punto indicato da Hanna.

Thea, infatti, sta parlando animatamente con una gigantesca cavalletta nera.

Sembra scura in viso.

Avvicinandosi a Thea sentono la voce roca di Tobos “…non mi interessa quello che pensi. Sei solo un ape! Non ti conviene impicciarti di questi affari.

Thea fulminandolo con uno sguardo risponde decisa “Sarò solo un’ape, come dici tu, ma sicuramente ho molto più cervello di te Tobos. Non me la conti giusti, ti ho visto parlottare con Vermisio. Puoi star tranquillo che scoprirò quello che stai complottando.

Thea ~ L’ape

Tobos, sogghignando sprezzante, si avvolse nelle ali come fossero un mantello scuro, e con un balzo volò via.

Le tre amiche avvicininadosi a Thea domandano “Che succede?

L’allenatrice sembra fuori di sé per la collera “Niente, non preoccuparti Acca.

Ti abbiamo vista litigare con quell’energumeno, che cosa pensi che stia complottando?” le domanda Hanna.

Thea strabuzza gli occhi e sbotta “Voi tre non dovreste ficcare il naso nelle conversazioni dei grandi.

Scusa…” si giustifica Hanna “E’ che parlavate ad alta voce e per sbaglio abbiamo sentito parte della conversazione…

Thea sembra lentamente riprendere il controllo di se stessa. “Scusatemi. Voi non avete colpe. Vi chiedo solo un favore ragazze, occhi aperti. Non sono l’unica ad essersene accorta. Anche Tylon sospetta. Qui c’è qualcuno che sta cercando di giocare sporco.

Intendi barare?” domanda senza fiato Wilma.

Possibile. Ho come la sensazione che ci sia in atto un vero e proprio complotto. Non so ancora a favore di chi e quanti ne siano coinvolti.” risponde Thea.

Quindi tu sospetti di Tobos?” le domanda Acca.

Ammetto di avere qualche dubbio. Ma ora basta parlare di questa faccenda.

Dimenticatela e non parlatene in giro con nessuno. Andiamo l’incontro sta per cominciare.” risponde Thea.

Intanto Hanna rimane a riflettere ricordando la sua disavventura nel primo round della Roller.

Il suo pensiero è interrotto da Thea, che guardando Acca, esclama “Piccola mia…”

Dimmi.” le risponde Acca.

Mi sono dimenticata di darti questa. Mi è arrivata stamattina, è tua.

Thea porge ad Acca una busta sigillata con la cera. Sembra una lettera. La piccola ape l’afferra felice “E’ da parte sua?” domanda.

Thea fa si con la testa.

Acca sorride felice.

Siete pronti?”

Siete carichi?

Gentile pubblico delle cicale, Gracchio vi adora!!!” E’ la voce del presentatore della manifestazione che risuona negli altoparlanti.

Gracchio ~ Il grillo

La folla delle cicale è come impazzita. Tutti gridano e saltano in preda all’emozione. “Gracchio ti amo!!!” grida qualche cicalina.

Che la sfida abbia inizio!!!

Georgiana è al centro della pista. Il suo sguardo di ghiaccio è fisso e concentrato. Sa quanto vale e sa quello che può fare. Nessuno può fermarla. Lei è la migliore di tutte. Lei è Georgiana.

“Vai Geo!!!” E’ Bozo ad urlare …tra una sbrala e l’altra.

Parte.

La folla è già ubriaca dal suo talento, Salchow – Touring – Flip.

Veloce, rapida.

Axel… ma cade.

Impossibile! Georgiana non è mai caduta prima d’ora.

Georgiana ~ La vespa

Cerca di riprendere la concentrazione, ma scivola nuovamente a terra. Non è possibile.

Sta diminuendo il ritmo, la pista sotto le sue rotelle sembra essersi trasformata da velluto a corteccia.

Abbassata, ma non le riesce. La trottola non è valutabile.

Non è rapida e sicura come al solito. Georgiana termina la sua esibizione., mordendosi il labbro inferiore. Trema.

Non riesce a contenere la rabbia.

Poverina…” sussurra Acca.

Hanna aggrotta la fronte.

E’ ora il turno di grignola, che è al centro della pista.

Ha inizio la sua esibizione. La folla impazzisce per lei. Rit – Rit – Rit – Rit – Rit.

Le cicale cominciano ad intonare cori per la cavalletta.

Doppio Toeloop! Wow, il primo doppio di quest’anno!!

Ma all’improvviso qualcosa rotola sulla pista. Sembra un sasso nero. Grignola non se ne accorge e lo investe con i suoi pattini.

La caduta è rovinosa!

La folla si ammotolisce.

Grignola è stesa sulla pista dolorante.

Non può continuare l’esibizione. I medici corrono subito in suo soccorso. Si è infortunata sul serio!

Wilma si corpre gli occhi sugli spalti.

Ma chi è stato?” “Chi ha lanciato il sasso?” domanda Acca.

Nessuno sa dare una risposta. Quel sasso sembra essersi materializzato in pista come per magia. Magia oscura…

Maledetti!!” grida Tobos “Vi scoverò! Questa volta l’avete combinata grossa! La pagherete! La pagherete molto cara!”

No, non è lui il cospiratore, Thea!” esclama ad un tratto Hanna.

Thea sembra confusa.

Grignola aveva la vittoria in mano. Ma ora è costretta a ritirarsi per infotunio. Georgiana passa il round al suo posto.

La folla esplode in una marea di polemiche.

Chanty, cerca di calmare i presenti. Vermisio si è dileguato.

Incredibile, signori e signore! Non avevamo mai assistito a nulla di smilie prima d’ora” annuncia rammaricato Gracchio al microfono.

Remus ~ La lumaca

Il silenzio cala sul palazzetto.

Remus allora decide di intervenire prendendo la parola “Quello che è successo è grave. Molto grave.

Scopriremo il colpevole che verrà punito sicuramente. Ma la Roller Gold Cup deve continuare. Deve andare avanti. Le regole sono chiare: Grignola deve lasciare per infortunio.

Al suo posto passa Georgiana.”

Ma vi prometto che il colpevole non la farà franca e verrà punito secondo la regole stabilite dal regolamento del torneo”.